La tua ULSS cambia nome In seguito alla riorganizzazione della
sanità in Veneto, dal 1 gennaio 2017
ULSS12, ULSS13 e ULSS14 si uniscono nella nuova ULSS 3 Serenissima
I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info
> > Ospedale - Territorio SENZA DOLORE

Ulss 14 Chioggia Progetto Ospedale - Territorio senza dolore

L’ULSS-14 di Chioggia ha iniziato il progetto Ospedale e Territorio senza dolore nel 2003 costituendo un Comitato aziendale e una rete di professionisti medici ed infermieri per combattere il dolore, rinnovandolo varie volte e in particolare nel 2010 costituendo il Comitato aziendale Ospedale-Territorio senza dolore, cure palliative e terapia domiciliare al malato neoplastico.

Il progetto intende sostenere la rete di professionisti per diffondere competenza, atteggiamenti e comportamenti adeguati ad un’appropriata valutazione e un efficace trattamento del dolore secondo lo spirito e le indicazioni contenute nella L. 38/2010 e aumentare l’attenzione del personale coinvolto nei processi di cura e assistenziali affinchè vengano messe in atto tutte le misure possibili per contrastare il dolore.

Il parametro dolore

Nell’Ospedale e nel Territorio il parametro “dolore” è valutato insieme ai parametri vitali secondo una comune scala NRS (scala numerica verbale) e VRS (scala di valutazione verbale) integrate tra loro per l’adulto, e le scale della faccia e FLACC per il bambino.
Per i pazienti non comunicanti e con demenza è stata introdotta la scala del dolore denominata NOPPAIN (Non-Communicative Patient’s Pain Assessment Instrument) e per i pazienti in condizioni critiche ricoverati in rianimazione la scala C-POT (Critical Care Pain Observation Tool).

Il dolore in ospedale

In Ospedale i protocolli per il controllo del dolore post-operatorio iniziano prima e durante l’intervento chirurgico per poi essere continuati nei vari reparti con una stretta collaborazione tra referenti medici e infermieri del progetto Ospedale-Territorio senza dolore.

I pazienti post-operati vengono dimessi con l’attenta prescrizione della terapia antidolorifica e i medicinali antidolorifici direttamente forniti dalla farmacia ospedaliera per far fronte ai primi giorni di terapia.

Il dolore maligno e non-maligno viene affrontato da una equipe di specialisti (medico interno, geriatra, chirurgo, oncologo, anestesista, radiologo, radioterapista) per far fronte a tale problematica nel migliore dei modi dando quindi una efficace risposta al paziente; la continuità terapeutica viene assicurata dai colleghi medici e infermieri presenti nel territorio.

La rete dei referenti medici ed infermieri

Nel biennio 2010-2011 è iniziato e sta proseguendo un progetto sul campo atto a consolidare la rete dei referenti medici e infermieri e attuare i programmi delle attività di formazione del personale coinvolto nei processi assistenziali e di informazione ai cittadini per migliorare e stabilizzare la valutazione del dolore come parametro vitale, per controllare il dolore post-operatorio, per combattere il dolore oncologico e non oncologico.
Nell’ambito del consolidamento della rete dei referenti medici / infermieri sono già stati svolti degli incontri per acquisire le conoscenze fondamentali (tramite la raccolta di documentazione e relativa lettura e discussione tra le varie figure professionali coinvolte) delle normative indispensabili per il progetto e le competenze di tipo organizzativo e metodologico, per acquisire competenze cognitive e pratiche nella valutazione e gestione del dolore in ospedale e nel territorio.

Il dolore nel Territorio

Ultimo aggiornamento: 28-4-2014
Condividi questa pagina:
Potrebbe interessarti anche
Onco-ematologia

L’Unità Operativa di Oncologia Medica afferisce al dipartimento di Area Medica e si occupa del paziente affetto da malattia tumorale (neoplasie). All’Unità Operativa è aggregato un Servizio di Ematologia che si occupa del paziente affetto da tutte le malattie del sangue (sia quelle oncologiche che quelle non oncologiche) 

 
Ricerca nel sito
ulss3