La tua ULSS cambia nome In seguito alla riorganizzazione della
sanità in Veneto, dal 1 gennaio 2017
ULSS12, ULSS13 e ULSS14 si uniscono nella nuova ULSS 3 Serenissima
I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info
> > Assistenza domiciliare

Assistenza domiciliare

Responsabile: dr. Riccardo Ranzato

Cos'è

Intervento assistenziale a domicilio del paziente che prevede l'integrazione e la collaborazione di più operatori sanitari:
Infermieri del Distretto, Medici di Medicina Generale o Pediatri di Libera Scelta, Medici Specialisti Ospedalieri, Fisioterapisti e altri operatori sanitari.
Nei casi in cui non ci siano familiari o altre persone in grado di assistere completamente il malato presso l'abitazione, è prevista l'integrazione con gli operatori socioassistenziali del Comune.
E' finalizzata a ridurre il più possibile il ricovero in ospedale e a permettere, in caso di ricovero, dimissioni precoci attraverso l'erogazione di prestazioni sanitarie complesse presso il domicilio del paziente.


A chi si rivolge?

A tutte le persone non autosufficienti affette da patologie gravi che richiedono un'assistenza sanitaria continuativa.

Cosa offre?

In orario diurno ore 8-20: assistenza infermieristica; attività di riabilitazione; assistenza medica generica e specialistica, accertamenti emato-chimici e strumentali; visite e indagini specialistiche; attività socio-assistenziale.
In orario notturno ore 20-8: prestazioni sanitarie, erogate dai medici del Servizio di Continuità Assistenziale, necessarie e non differibili concordate nel protocollo assistenziale.
Nei giorni festivi e prefestivi vengono erogate le prestazione infermieristiche programmate e l'assistenza medica è garantita dai medici del Servizio di Continuità Assistenziale.
Tutte le prestazioni di tipo sanitario sono gratuite.

L'Assistenza Domiciliare Integrata inoltre prevede:

  • l'erogazione gratuita dei farmaci concordati nel progetto assistenziale;
  • la fornitura gratuita dei presidi e degli ausili prescritti dallo specialista della struttura pubblica;
  • il trasporto gratuito, con autolettiga attrezzata dei pazienti che non sono altrimenti trasportabili e che necessitano di trasferimento agli ambulatori ospedalieri e ai Servizi specialistici aziendali.


Come accedere

La richiesta di attivazione dell'ADI può essere effettuata solo da queste figure professionali:
- dal Medico di famiglia ( Pediatra o Medico di Medicina Generale)
- dal Medico curante ospedaliero prevedendo una dimissione ospedaliera protetta
- dal Responsabile delle Cure Primarie del Distretto
- dall'Infermiere del Distretto
- dall'Assistente Sociale del Comune

Per attivare l'ADI sono indispensabili:

- la presenza di un familiare o altra persona che assista il malato e sia in grado di fornire una adeguata collaborazione agli operatori
- un ambiente domestico igienicamente adeguato.

La richiesta di attivazione deve essere compilata su apposito modello da inviare (via posta, fax o email) al Direttore del Distretto Socio Sanitario di riferimento.
Tel. 041/5573314
Fax 041/5573313
e-mail: dir.distretto.chi@asl14chioggia.veneto.it

Ultimo aggiornamento: 29-4-2014
Condividi questa pagina:
Documenti allegati
 
Ricerca nel sito
ulss3